0

Giverny, a casa di Monet

Filed under Città europee, Mostre e musei, Parchi e natura, Passeggiate

È il 1874 quando a Parigi, in Boulevard des Capucines, nello studio del fotografo Nadar, si tiene la mostra della Société anonyme des peintres, sculpteurs et graveurs, che vede tra i suoi membri pennelli del calibro di Monet, Degas, Pissaro, Renoir, Cézanne e Sisley. Traendo lo spunto da un quadro di Monet, “Impression, soleil levant”, il critico Louis Leroy, non certo tenero nei confronti di questo nuovo movimento artistico, coniò il termine, tra l’ironico e lo sprezzante, di Impressionismo. Nove anni dopo, pochi mesi prima della morte di un altro grande maestro, Édouard Manet, Monet si trasferì con la famiglia nel piccolo borgo normanno di Giverny, dove avrebbe vissuto per quarantatré anni, fino alla morte, avvenuta nel 1926, in un casolare posto alla confluenza dell’Epte nella Senna.

Impression, soleil levant, di Claude Monet

Impression, soleil levant (1872) di Claude Monet – Ignoto. Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons

Non si può visitare la Normandia senza prevedere una tappa a Giverny, così come non si può andare in Provenza trascurando Aix-en-Provence, buen retiro di un altro grande impressionista, Paul Cézanne. Il piccolo paese normanno è facilmente raggiungibile in treno da Parigi, dalla quale dista meno di un’ora: dalla Gare Saint-Lazare si prende il treno per Dieppe e si scende a Vernon: da qui una navetta porta a Giverny, distante appena quattro chilometri. Il borgo oggi prospera sul ricordo di Monet, quasi fosse il santuario dedicato a un santo laico. Siepi, aiuole e pergole fiorite spuntano un po’ ovunque, simili agli scorci che il pittore amava rappresentare. More »

0

I più bei mercati di tutta Europa

Filed under Uncategorized

La primavera sta per arrivare ed è il momento perfetto per un city tour. Non c’è niente di meglio che un mercato per conoscere le tradizioni culinarie e gli abitanti di una città o di tutto il Paese. Abbiamo quindi selezionato i 5 migliori mercati in tutta Europa.

 
Il mercato Borough di Londra

Questo mercato situato nel cuore quartiere Southwark trova le sue origini nel 13esimo secolo e ed è uno dei più antichi di Londra. Da allora questo mercato è diventato sempre più grande. Ad oggi il mercato conta 130 bancarelle fisse ed è accompagnato da mutevoli offerte. Qui c’è di tutto quello che si possa desiderare – dalla frutta fresca fino alle birre straniere, alle nuovissime creazioni fast food londinesi e a diversi pesci provenienti da tutto il mondo. Questo mercato vive grazie alla mescolanza di offerte tipiche regionali e prodotti importanti dall’estero. Al mercato di Borough si possono trascorrere ore intere e il giorno dopo si ha voglia di tornare ancora, perché si ha la sensazione di non essere riusciti a vedere tutto e aver provato tutto. Pieno di sorprese e davvero affascinante, questo mercato merita davvero di essere visitato almeno una volta.

 
Dove? 8 Southwark Street, Londra
Quando? I giorni fissi del mercato sono da mercoledì fino a domenica – per il pranzo invece è aperto tutta settimana.
 

Borough Market

 
Il Mercat Central di Valencia

In questo mercato si riuniscono locali e turisti come probabilmente in nessun altro luogo a Valencia. Ha la nomea di essere uno dei mercati più antichi d’Europam, visto che il Mercado Nuevo risale già al 1839. Un paio di decine di anni più tardi il mercato si è rinnovato completamente e da allora è diventato il cuore commerciale della città. I suoi 400 espositori propongono tutto quello che la cucina spagnola può offrire. Il pesce rappresenta un prodotto centrale in questo mercato e viene esposto in un padiglione dedicato di 1400 metri quadri dove è possibile trovare una ricca varietà di pesce.

 
Dove? Plaza Ciudad de Brujas, Valencia
Quando? Tutti i giorni dalle 8:00 alle 14:30 More »

0

Destinazioni coloratissime contro la depressione invernale

Filed under Uncategorized

Freddo, neve e cielo grigio per giorni e giorni? L’inverno alla lunga può portare depressione ed ecco perché contro questi momenti di down invernale i colori possono sicuramente aiutare! Abbiamo quindi selezionato alcune destinazioni coloratissime.

 
Valladolid (Messico)

Le case sono verde menta, rosa oppure giallo canarino, il colore dei marciapiedi è terracotta e il cielo è quasi sempre blu, con qualche nuvola che sembra del soffice zucchero filato: la città Valladolid situata nella penisola dello Yucatan è colorata tanto quanto i tipici ponchi messicani.
 

Foto: shutterstock | Eddy Galeotti

Foto: shutterstock | Eddy Galeotti

 
Le Cinque Terre (Italia)

Situate sulla riviera ligure le Cinque Terre appartengono al patrimonio dell’Unesco. Tutti e cinque i paesi si susseguono lungo la costa, uno più colorato e pittoresco dell’altro. More »

0

Consigli di viaggio last minut per gli innamorati

Filed under Città europee

In questa lista non troverete una guida di istruzioni per trovare una stanza d’albergo a Parigi all’ultimo minuto. La nostra proposta è la seguente: se non hai pianificato nulla per il giorno di San Valentino non c’è niente di meglio che sorprendere il vostro partner con una gita alternativa! Abbiamo cercato 5 destinazioni che non includono né Parigi, né Venezia o Londra.

 

Istanbul: città da sogno sul Bosforo

Molti di quelli che hanno visitato la città se ne sono innamorati e a ragion veduta! Passeggiando per le sue strade ci si imbatte subito con l’atmosfera orientale. La città è la più popolata di tutta la Turchia e unisce modernità e tradizione, lasciando un ricordo indimenticabile nel visitatore. Un consiglio per la serata: da Büyük Çamlica, una collina situata a 268 metri sopra il mare nel quartiere di Üsküdar, si gode una vista meravigliosa di Istanbul. Qui puoi trovare le tipiche sale da the turche e contemplare le luci della città.

 
Foto: flickr - halbag

Istanbul. Foto: flickr – halbag

 

Brighton: più romantica di così non si può

Londra sicuramente rappresenta una meta sicura quando si parla di San Valentino. La città è davvero incredibile e ogni angolo ha tantissimo da offrire. Purtroppo però è difficile riuscire a trovare una buona offerta per il giorno di San Valentino dato che è solo tra pochi giorni. Per questo motivo vi suggeriamo di cambiare meta e scoprire un’altra città inglese molto romantica che probabilmente non hai mai visitato: Brighton è la meta perfetta per questo San Valentino. La città offre tutto quello che ci si aspetta per una gita romantica. Viuzze, piccoli bar e tipiche case inglesi sono i tratti tipici di questa città. Una passeggiata sul mare, lungo le cabine colorate della spiaggia, fino a raggiungere il pontile di Brighton rappresenta sicuramente un must. Volete sorprendere il vostro lui o la vostra lei? Allora vi consigliamo un giro sulla ruota panoramica al tramonto. I biglietti potete già prenotarli online! More »

0

Gli eventi sportivi rilevanti di quest’anno a livello mondiale

Filed under Uncategorized

Vi abbiamo spesso presentato le peculiarità dei diversi Paesi, ma oggi vogliamo concentrarci soprattutto sullo sport! Questo fine settimana si terrà una delle manifestazioni sportive più importanti a livello mondiale e per questo motivo oggi vi presentiamo quelli che saranno gli eventi sportivi più significativi di quest’anno:

 

Il Super Bowl negli USA

Il 2 febbraio 2015 (ora americana) tutti i tifosi del Football potranno smettere di aspettare: I Seattle Seahawks sfideranno infatti i New England Patriots a Glendale, in Arizona, per la finalissima. Questo sport è considerato uno dei più importanti al mondo e solo negli Stati Uniti conta oltre 111 milioni di spettatori che guardano la partita e lo spettacolo durante la pausa sia dal vivo, sia comodamente seduti sul loro divano di casa, facendo un grande regalo alle reti televisive che registrano lo share di ascolti più alto di tutto l’anno. Anche in Europa ogni anno sempre più spettatori guardano il Super Bowl, motivo per cui in quasi tutti i Paesi le emittenti televisive trasmettono la partita in diretta.

Altro grande giro d’affari è rappresentato, oltre che dallo spettacolo durante l’intervallo al quale partecipano star del calibro di Madonna oppure Katy Perry, dagli intervalli pubblicitari: uno spazio pubblicitario da 30 secondi infatti costa circa 4,5 milioni di dollari.

 
Foto: upthebanner

Foto: upthebanner

 

Prepara bibite e patatine e via! Se non sapete quale canale trasmette il Super Bowl nel vostro paese, qui trovate un’utile guida. More »

0

Asmara, un angolo d’Italia nel Corno d’Africa

Filed under Città del mondo, Curiosità

Pare che una storiella molto popolare tra gli abitanti di Asmara racconti di un asmarino che, recatosi in Italia, si sorprese per quanto le città italiane somigliassero alla sua; gli abitanti di Asmara sono molto fieri della loro città e, probabilmente, non la cambierebbero con nessun altro posto al mondo. Le sue origini sono antichissime e una leggenda legata alla Bibbia vuole che, da queste parti, la Regina di Saba abbia partorito Menelik I, figlio di Re Salomone. Fonti storiche ci dicono che la città nacque, attorno al Millecento, dall’unione di quattro villaggi abitati da clan tribali tigrini, riunitisi per meglio fronteggiare le minacce e questa origine è testimoniata dal nome Arbaeta Asmara, che significa “I quattro sono uniti”. Fino all’Ottocento la città rimase un piccolo agglomerato di scarsa importanza, e iniziò il suo sviluppo quando vi fu fondato un importante mercato locale.

Harnet Avenue, Asmara

Harnet Avenue, Asmara. Foto di David Stanley

Nel 1889 le truppe italiane occuparono la città che, otto anni dopo, fu proclamata capitale dell’Eritrea: è di quel 1897 il neoclassico Palazzo del Governatore, oggi sede del Presidente della Repubblica, prima orma della lunga serie di impronte che gli architetti italiani avrebbero impresso sulla città. Nel 1911 Asmara fu collegata da una ferrovia a Massaua, prima capitale della colonia e importante porto sul Mar Rosso; trentacinque anni dopo il collegamento fu raddoppiato con la costruzione di un’arditissima teleferica, distrutta nel periodo dell’occupazione inglese, destinata a trasportare le merci dal porto alla capitale. L’opera, lunga settantacinque chilometri, era il più lungo impianto a fune del mondo e superava un dislivello di oltre 2300 metri tra il porto e la capitale sull’altopiano. More »

0

5 video pieni di ispirazione per i nostalgici

Filed under Uncategorized

Per catturare e mantenere vivi i nostri momenti migliori trascorsi in paesi lontani le fotografie statiche scattate con la fotocamera compatta non sono più sufficienti. Che si tratti di un pic nic a Central Park con la videocamera in mano oppure di una GoPro sulla testa mentre fai Bungy-Jumping a Sydney non ha importanza: i video dei nostri viaggi ci fanno rivivere le nostre più belle esperienze.

 

WeeklyNL Week4 Picture2

 

Per fortuna alcuni registi ci consentono di ammirare la bellezza di alcuni paesi, la loro cultura e comunque di viaggiare attraverso cortometraggi artistici realizzati apposta a tal fine. Con una colonna sonora adeguata, questi video sono in grado di ricreare un breve viaggio in modo cinematografico: i seguenti 5 film sono adrenalina allo stato pure per i nostalgici che hanno una gran voglia di viaggiare. More »

0

San Pietroburgo, la metropoli del Nord

Filed under Città del mondo, Mostre e musei

Tra le grandi città europee un posto di spicco spetta senz’altro a San Pietroburgo, considerata, con i suoi quasi cinque milioni di abitanti, la metropoli più settentrionale del mondo. Chiamata la “Venezia del Nord”, sorge su isole e isolotti del delta del fiume Neva, e offre ai visitatori duecento musei, ottanta teatri e un gran numero di palazzi, chiese, monumenti, biblioteche e gallerie, a dimostrare il fervore culturale che l’ha contraddistinta fin dalla sua nascita. Era il 1703 quando lo zar Pietro I il Grande incaricò l’architetto Domenico Trezzini di progettare una città in queste terre affacciate sul Golfo di Finlandia e strappate agli Svedesi. La guerra ancora in corso con i vicini baltici fece sì che il primo nucleo della futura capitale degli Zar fosse la Fortezza dei Santi Pietro e Paolo, sull’isola Zayachy, all’interno della quale fu edificata l’omonima cattedrale, molto semplice ma ugualmente di grande bellezza. Poco dopo iniziarono i lavori che avrebbero trasformato l’isola di Kotlin, posta in posizione strategica all’imbocco della baia, nella città fortezza di Kronstadt, inespugnabile base navale della Marina militare Russa.

La Fortezza di Pietro e Paolo

La Fortezza di Pietro e Paolo. Foto di Fr Maxim Massalitin

Nel 1712 Pietro I trasferì a San Pietroburgo la capitale del suo impero e obbligò nobili e funzionari a trasferirvisi, favorendo così il rapido sviluppo della città; in virtù di questo tutte le tendenze architettoniche dei secoli XVIII e XIX sono ampiamente rappresentate in città, tanto da poterla quasi considerare un manuale di architettura a cielo aperto. San Pietroburgo divenne ben presto il principale porto commerciale tra la Russia e l’Europa, soppiantando Arcangel’sk, posta molto più a nord sul Mar Bianco. La sua posizione, e la ferma volontà di Pietro I di occidentalizzare il suo impero, fecero sì che San Pietroburgo fosse la porta tra l’Europa e l’Oriente russo, rivolto all’Asia; città cosmopolita, divenne ben presto un centro culturale di prima grandezza e nell’Ottocento vide la vita e le opere di alcuni tra i più grandi compositori del secolo, come Aleksandr Borodin, Modest Musorgskij e Nikolaj Rimskij-Korsakov, e di scrittori come Aleksandr Sergeevic Puškin, considerato il padre del russo letterario, Nikolaj Vasil’evic Gogol’, che qui visse e insegnò per qualche anno, e Fëdor Michajlovic Dostoevskij: i personaggi del suo “Delitto e castigo” si muovono nei pressi della Sennaja Plošcad’ e lungo il Canale Griboedov e la città è anche, in qualche modo, protagonista del suo romanzo breve “Le notti bianche”. Sul lungofiume della Mojka si può visitare la casa museo di Puškin, mentre in Kuznecnyj Pereulok 5/2 c’è l’ultima dimora di Dostoevskij, dove lo scrittore terminò il suo ultimo capolavoro, “I fratelli Karamazov”. More »

0

Alloggi insoliti per le vacanze invernali

Filed under Uncategorized

Per gli sciatori è normale trascorre le vacanze in un comprensorio sciistico, ma a volte vale la pena di provare un alloggio più creativo. Alcuni alberghi si sono specializzati grazie a degli interni eccezionali, altri sono stati edificati in luoghi particolarmente affascinanti dal punto di vista naturalistico. Sia che si trovino a qualche metro da terra in mezzo a un bosco oppure siano realizzati tra pareti di ghiaccio i seguenti alloggi offrono sicuramente una vacanza invernale del tutto originale.

 
Foto: Fredrik Broman, Human Spectra - www.treehotel.se

Foto: Fredrik Broman, Human Spectra – www.treehotel.se

 

Le Free Spirit Spheres, Canada

Nel mezzo della verdeggiante e rigogliosa foresta di Vancouver verso la costa occidentale del Canada si trovano Eve, Eryn e Melody: tre piccole palle di legno legate a degli alberi con una corda a 4 metri di altezza. Chi desidera trascorrere la notte in queste moderne case di legno le può affittare in qualsiasi periodo dell’anno e trascorrere una notte straordinaria tra gli alberi. Chi desidera alloggiare qui deve dimenticarsi la quotidianità e risvegliare la propria creatività.

 

Foto: Tom Chudleigh

Foto: Tom Chudleigh

More »

0

Anno nuovo, nuovi viaggi: mete per il 2015

Filed under Città del mondo

Eventi culturali, fenomeni naturali, luoghi sconosciuti – anche nel 2015 ci sono numerosi buoni motivi per mettersi in viaggio. Ecco alcune destinazion i per il nuovo anno.

1. Vienna (Austria)

“Vienna, Vienna, solo tu puoi essere la città dei miei sogni”, scriveva il compositore viennese Rudolf Sieczyński riferendosi alla capitale austrica. Nel 2015 vale la pena di visitare Vienna dato che qui si terrà l’Eurovision Song Contesta grazie a Wurst e il ring di Vienna e i suoi monumenti festeggiano i loro 150 anni con mostre temporanee e visite guidate speciali. Anche l’università di Vienna compie 650 anni ed è quindi l’università di lingua tedesca più antica di quelle ancora esistenti.

 
2053209745_27c1004b36_z

Il ring di Vienna. Foto: flickr, shlomp-a-plompa

 
Il ring di Vienna. Foto: flickr, Harshil Shah

Il ring di Vienna. Foto: flickr, Harshil Shah

 

2. Verso Nord

Il 2015 è l’anno internazionale della luce e per questo motivo ci sono molte offerte per andare a vedere l’aurora boreale. Con un po’ di fortuna i viaggiatori potranno ammirare questo meraviglioso fenomeno naturale. Tra le migliori destinazioni per andare a vedere l’aurora boreale annoveriamo il nord della Scandinavia, il nord della Scozia, Spitzbergen, Islanda, Groenlandia, Canada, Alaska e la Siberia del nord.
More »

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

IL MIO PIANO DI VIAGGIO

0

localitá aggiunta a

organizza il tuo viaggio