Filed under Città italiane, Passeggiate

Where are you from? Mi chiedono quando sono in qualche parte del mondo.
Italia, rispondo.
Which part of Italy?
Padova.
Mi guardano con l’aria perplessa e sono spesso costretto ad aggiungere,
Near Venice. Vicino a Venezia.
Allora capiscono che sono di una città del nord est dell’Italia, ammesso che sappiano collocare Venezia, che non è scontato.Eppure Padova ha diverse ragioni per cui dovrebbe essere conosciuta nel mondo, se non tanto quanto Venezia, si dovrebbe sapere che a Padova c’è una delle piazze più grandi d’Europa, il Prato della Valle, che è la città dove si trovano le spoglie del santo più venerato al mondo, Sant’Antonio, che c’è la Cappella degli Scrovegni, uno dei più straordinari e rivoluzionari capolavori dell’arte medievale, dipinta da Giotto, che l’Università degli Studi di Padova è fra le più antiche al mondo, fondata nel 1222.

Superlativi a parte, Padova è ricca di storia, di straordinarie opere d’arte e di architettura.
La tomba di Sant’Antonio si trova dentro ad l’omonima Basilica, conosciuta dai padovani semplicemente come il Santo. La perfetta armonizzazione di elementi di stile romanico e bizantino la rendono un edificio unico, che richiama per certi aspetti la basilica di San Marco a Venezia. Il crocifisso di bronzo, l’altare del Santo e La Deposizione tre delle grandi opere che Donatello ha realizzato a Padova, la Crocifissione, capolavoro di Altichiero da Zevio, sono solo alcune delle numerosissimi opere d’arte realizzate da diversi artisti all’interno della Basilica nel corso dei secoli.

Poco lontana e altrettanto imponente è l’Abbazia di Santa Giustina, che si affaccia sul Prato della Valle. Fondata nel VI secolo, è stata completata nella forma attuale in seguito ad una ricostruzione totale avvenuta nel 1600.

Il Duomo di Padova è una chiesa progettata da Michelangelo, impreziosita dall‘intervento di pittori e scultori, La sacrestia dei Canonici conserva preziose opere d’arte tra cui una Madonna col bambino di Giusto de’ Menabuoi, tele di Giandomenico Tiepolo, raffiguranti San Filippo Neri e San Girolamo Emiliani e una pregevole Deposizione di Jacopo Montagnana, pannelli di Giorgio Schiavone.

La Chiesa degli Eremitani, Chiesa di Santa Sofia e la Basilica del Carmine sono altri edifici religiosi di notevole bellezza.

Passeggiando per le vie pedonali del centro storico, passando da Piazza della Frutta a Piazza delle Erbe, si attraversano i portici intorno al Palazzo della Ragione, con la caratteristica copertura a forma di carena di nave rovesciata.
Di notevole importanza storica il Caffè Pedrocchi, importante  punto di ritrovo di intellettuali, studenti, accademici e uomini politici. L’8 febbraio 1848 in questo caffè ebbe inizio uno dei moti caratterizzanti il Risorgimento italiano.

Numerosi i musei, i teatri e altri monumenti, ma se ancora non bastasse Padova è legata anche ai grandi nomi, tra gli altri, di Galileo Galilei e Francesco Petrarca.

Turismo e studenti sono anche il target ideale per implementare i locali del divertimento. Non mancano ottime osterie, enoteche e i bar, dove bere lo spritz, all’Aperol o al Campari, come vuole la tradizione.

Dario Sorgato

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

One Comment

  1. Michele
    Posted 25/01/2012 at 10:45 | Permalink

    Non solo:

    Orto Botanico di Padova
    http://www.youtube.com/watch?v=chTtDj_FJjk

    La Croce di Giotto
    http://www.youtube.com/watch?v=yEouwRuC9WQ

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

IL MIO PIANO DI VIAGGIO

0

localitá aggiunta a

organizza il tuo viaggio

Switch to our mobile site