Girona in due giorni: dalla cinta muraria alla cattedrale gotica

 

Girona è una città nota ai più soprattutto perché scalo aereo low cost per raggiungere Barcellona. Ma la città ha davvero molto da offrire al turista avventuriero che decide di darle fiducia e trascorrere qualche giorno in questa piccola cattedrale di storia e soprattutto di storie.

Parliamo di storia perché la città la testimonia in ogni sua strada, via o piazza, e perché ancora oggi è circondata da una cinta muraria lungo la quale è possibile fare la tipica passeggiata della muraglia, che offre un prezioso panorama per scoprire la città.

Il centro sembra un quartiere dimenticato dal tempo, con un dedalo di stradine strette e viuzze, caratteristiche di tutto il Barri Vell. Altro quartiere caratteristico della città è il Quartiere Ebreo. Anche qui la storia sembra essersi fermata, le vie e le piccole piazze sono rimaste intatte da secoli, tant’è che il quartiere è uno dei meglio conservati del continente.

Sempre nelle vicinanze del centro storico, non mancate una passeggiata nella recente Rambla de la Llibertat, una delle vie più rinomate della città e da poco rimodernata. Qui la storia lascia il passo ai giovani ed al divertimento, caratteristica che la accomuna a Plaça de independencia, sede dei migliori locali della città e centro della vita notturna.

Il secondo giorno dedicatelo alle storie di Girona.

Come non iniziare dalla celebre cattedrale gotica, una delle più grandi al mondo: la navata centrale arriva alla larghezza record di 23 metri. La leggenda narra che tra le pietre con cui è stata costruita, ce ne sia una diverse dalle altre, simbolo di una strega che viveva nei dintorni e che fu imprigionata in pietra per volontà divina.

Altra chiesa,altra storia. Questa volta la chiesa è Sant Feliu, ma da tutti conosciuta per ospitare il simbolo indiscusso della città: Lleona. Leggenda vuole che ogni persona che parte per una terra lontana, deve baciare la statua della leonessa prima di partire.

Concludete la vostra visita con i caratteristici Bagni arabi. L’ambiente che scoprirete è a dir poco suggestivo, con giochi di luce ed ambientazioni orientali. Nelle vicinanze potrete godere della tranquillità del parco della Devesa.

Francesco Lupano

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

1 comment on this post.
  1. Angelo:

    Daremo fiducia a questa piccola città :) ) la foto è bellissima.

Leave a comment