Filed under Città italiane, Passeggiate

Nelle giornate con cielo terso spicca nella Pianura Padana il Torrazzo di Cremona, il più alto campanile storico in Italia, con i suoi 110 metri. Questa torre campanaria fu costruita a più riprese nel corso del XIII secolo, mentre la guglia fu terminata nel 1309. Si racconta che i cremonesi, ammirati dalla bellezza del loro campanile appena terminato, uccisero l’architetto, gettandolo dalla torre, per evitare che potesse costruirne un altro di tale bellezza.

Al quarto piano del Torrazzo si trova un orologio astronomico, uno dei più grandi al mondo. Fu costruito nella seconda metà del XVI secolo. Ai piedi del Torrazzo si trovano il Battistero di San Giovanni Battista e il Duomo di Cremona. Il battistero è un edificio ottagonale in marmo e laterizio, al suo interno si trovano una fonte battesimale del 500, un crocifisso trecentesco e due statue in legno di San Filippo Neri e San Giovanni Battista. Il Duomo è un edificio in stile romanico con riadattamenti in diversi stili, dal gotico al barocco. Il dolce tipico di Cremona è il Torrone, così chiamato perché venne modellato dalla forma del Torrazzo, da cui trasse anche il nome. 

Cremona è inoltre nota per i suoi palazzi storici, come Palazzo Cittanova, costruito nel 1265. Questo palazzo fu costruito all’esterno della città romana a indicare l’espansione della città medievale. Nel corso dei secoli ha cambiato diverse volte le sue funzioni: da sede del Consiglio della Città Nova a caserma, fino a diventare un centro per congressi e manifestazioni. Altro edificio storico cremonese è la Loggia dei Militi, edificata nel 1292 e sede della Società dei Militi. Sotto il suo porticato è conservato l’emblema di Cremona.

La città nel cuore della Pianura Padana è anche famosa per le botteghe di liutai, specializzate nella produzione di violini, viole e violoncelli. A Cremona infatti visse e lavorò Antonio Stradivari, uno dei più importanti liutai italiani. Girando per la città si possono incontrare numerose botteghe. Si trova anche un museo dedicato a Stradivari, il Museo Stradivariano, con la sua collezione di strumenti ad arco, ben 710 reperti.

Alessandro Cane

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

IL MIO PIANO DI VIAGGIO

0

localitá aggiunta a

organizza il tuo viaggio