Filed under Città del mondo, Parchi e natura, Passeggiate, Uncategorized

Dicono del viaggio:
Quando viaggio mi piace avere qualcosa di interessante da leggere,per questo porto sempre con me il mio diario.” (O. Wilde)
Non sono le persone che fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone.” (John Steinbeck)
Arrivando a ogni nuova città il viaggiatore ritrova un suo passato che non sapeva più d’avere: l’estraneità di ciò che non sei più o non possiedi più t’aspetta al varco nei luoghi estranei e non posseduti.” (I. Calvino)
D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda.” (I. Calvino)

Cos’è dunque un viaggio se non una ricerca di se stessi? La devono pensare così tutti coloro che partono per luoghi talvolta lontani ed inaccessibili, magari con uno zaino e pochi soldi, per poi tornare cambiati, forse stravolti, di sicuro arricchiti. Qualsiasi luogo sulla Terra può andare bene per un viaggio del genere, è tuttavia evidente che ci siano dei posti nel mondo che più di altri si prestano a questa particolare tipologia di viaggi, diciamo che ci sono luoghi più mistici di altri.

Primo tra tutti c’è l’India, paese immenso ed immensamente spirituale. Questo paese ha la forza di cambiare prospettive, priorità e diversi modi di intendere la vita, forse per questo molti lo scelgono come meta per ritrovare se stessi e guardare la loro vita nella giusta prospettiva.

Altri luoghi sacri sono senza dubbio il Nepal ed il Tibet, quasi un mondo fuori dal mondo. La ricerca di se qui assume le sembianze di un vero e proprio percorso a tappe, dove passo dopo passo ci si avvicina alla meta, si sale di quota e di consapevolezza. Certo è che salire lungo le pendici dell’Himalaya non è cosa da tutti, ma un viaggio in queste terre ripaga ampiamente tutta la fatica che il viaggiatore deve sopportare.

L’ultimo esempio non è un paese, ma un vero e proprio percorso: il Cammino di Santiago. Milioni di persone condividono ogni anno questa esperienza assolutamente unica, partendo da luoghi molto differenti, percorrendo il tragitto in tempi differenti, ma uniti tutti dallo stesso punto di arrivo ( il santuario di Santiago de Compostela) e soprattutto trovando al termine del viaggio una persona assai diversa da quella che era partita.

Francesco Lupano

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

IL MIO PIANO DI VIAGGIO

0

localitá aggiunta a

organizza il tuo viaggio