Filed under Senza categoria


Cortina d'Ampezzo

All’estremità occidentale del Cadore, nel cuore delle Dolomiti, si apre la conca d’Ampezzo, al centro della quale sorge la cittadina di Cortina, meta estiva e invernale di un turismo d’élite. La località è circondata da alcune tra le più belle montagne dolomitiche: il massiccio delle Tofane, con le tre vette che superano i 3200 metri, il Pomagagnon, che incombe sul centro cittadino e separa Cortina dalla vicina San Vito di Cadore, il Cristallo, con i suoi oltre 3300 metri, che divide l’ampezzano dal territorio di Auronzo di Cadore, il Faloria, il Sorapis, che si specchia nel lago di Misurina. A chiudere la conca a sud i gruppi del Becco da Mezzodì, della Croda da Lago e del Nuvolau, di minore altitudine, anche se si tratta pur sempre di vette che salgono oltre i 2600 metri di altezza.

Le cime montuose, i boschi, la bellezza dei luoghi rendono Cortina un paradiso per gli amanti del trekking, della mountain bike, del free climbing e dell’alpinismo: numerosi sono i percorsi, gli itinerari, le vie ferrate che si possono affrontare. I meno avventurosi, comunque, possono cimentarsi in passeggiate di affascinante bellezza, attraversando le gallerie e le trincee della Prima Guerra Mondiale, oppure recandosi alla vicina Forcella Staulanza per seguire il sentiero dei Dinosauri, che termina in prossimità di un grande masso sul quale sono impresse le orme di dinosauri bipedi, o ancora, nei pressi di San Vito, raggiungere il pianoro dove, a 2150 metri d’altezza, nel 1985 fu scoperta la tomba di un cacciatore preistorico, corredata di utensili e ornamenti.

Anche gli sport invernali sono ben rappresentati a Cortina, con 140 chilometri di piste da sci da discesa e circa 60 di piste da sci di fondo; altri impianti per gli sport invernali sono la pista da bob e il palazzo del ghiaccio; nel 2011 è stato, infine, inaugurato uno snowpark per gli appassionati di snowboard.

Cortina non è solo monti e boschi: numerosi sono gli edifici di un certo interesse, come la Basilica dei Santi Filippo e Giacomo, col campanile ottocentesco che ospita sei campane, o la Ciaṣa de ra Regoles, sede della comunità ampezzana. Nel territorio si trovano anche esempi di architetture militari, come il Forte Tre Sassi, che oggi ospita il Museo della Grande Guerra, i resti del Castello di Botestagno e il secentesco Castello de Zanna, dalle due caratteristiche torrette angolari, con la Cappella della Santissima Trinità. A Pocol il santuario militare ospita le spoglie di 9707 caduti italiani e di 37 caduti austro ungarici della Prima Guerra Mondiale. Da ricordare, infine, l’arditissima funivia Freccia del Cielo, che dal centro di Cortina porta, in tre tronchi, alla cima della Tofana di mezzo, a 3243 metri di altitudine.

Le vie del centro ospitano raffinate boutique delle più importanti griffe internazionali, antiquari, gioiellerie, negozi d’arredamento e di oggettistica si trovano lungo il centralissimo Corso Italia, a buon diritto considerato una delle principali strade dello shopping italiano; da ricordare anche le botteghe artigiane di via XXIX Maggio e via Cesare Battisti, con i suoi negozi di articoli sportivi.

Numerose manifestazioni sportive, culturali e folcloristiche sono concentrate nei mesi da dicembre a febbraio e da giugno a settembre: da non dimenticare Cortina Incontra, rassegna culturale, musicale e politica di attualità, la Notte dei falò, alla vigilia di Ferragosto, quando una fiaccolata notturna sulle Tofane forma una grande “M” luminosa, in onore della Vergine Maria, e la settembrina Coppa d’Oro delle Dolomiti, famosissima competizione tra auto d’epoca.

 Mario Govoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

IL MIO PIANO DI VIAGGIO

0

localitá aggiunta a

organizza il tuo viaggio

Switch to our mobile site