Filed under Dritte di viaggio

Nel film “Mangia prega ama” Julia Roberts percorre in bicicletta i campi di riso di Bali, ed ecco che subito scoppia un vero e proprio Bali-boom. Oggi vi consigliamo i nostri luoghi preferiti sull’isola degli dei.

Surf e relax a Canggu

Non è un segreto: Bali è una delle mete più popolari in tutto il mondo per i surfisti. Ma quali sono i posti migliori dell’isola per andare alla ricerca dell’onda perfetta? Una cosa è certa: intorno al piccolo villaggio di Canggu è possibile trovare una miriade di punti fantastici per fare surf, sia per i principianti che per i più esperti. Canggu offre inoltre un altro vantaggio: qua ci si può rilassare in grande stile! Che ne direste, per esempio, di fare un po’ di yoga in mezzo alla natura?

Foto: iStock/Schwaabe

Foto: iStock/Schwaabe

Templi, templi e ancora templi

Non è un caso che Bali venga chiamata l’”Isola dei mille templi”: ce ne sono davvero un’infinità. Secondo alcuni, i templi di quest’isola sarebbero addirittura 20000. Stando così le cose, è sicuramente difficile scegliere il proprio preferito. Il più visitato è il Pura Tanah Lot, che troneggia maestoso su una formazione rocciosa nella parte meridionale di Bali ed è accessibile solo con la bassa marea. Uno dei templi più significativi dell’isola è il gigantesco Pura Besakih, considerato anche il “tempio madre” di tutti i templi balinesi.

Un’esperienza davvero particolare è rappresentata dalla visita del tempio acquatico Tirta Gangga, situato nell’entroterra del paese. I balinesi si recano in questo luogo per fare un bagno rinfrescante nelle sorgenti sacre. E anche i visitatori possono fare un tuffo nell’acqua fresca. Non dimenticate costumi e bikini!

Foto: iStock/RibeirodosSantos

Foto: iStock/RibeirodosSantos

Immersioni intorno a Nusa Penida

Guardare dritta negli occhi una manta: nella piccola isola di Nusa Penida, a sud est di Bali, è possibile. Nel cosiddetto Manta Point potrai vivere delle immersioni fantastiche e incontrare, con probabilità tanto alte da rasentare la certezza, questi affascinanti giganti del mare, le cui pinne raggiungono un’estensione fino a sette metri. E non solo: anche gli amanti dello snorkeling possono arrivare insolitamente vicini a questi animali affascinanti. Che esperienza!

Foto: iStock/atese

Foto: iStock/atese

Alba sul vulcano Batur

Svegliarsi alle due del mattino per percorrere l’impervio sentiero che conduce verso la cima non è esattamente l’esperienza più piacevole del mondo. Armati di torcia, bisogna inerpicarsi per circa tre sui sentieri montani nel bel mezzo della notte. Una volta arrivati in cima, però, tutte le fatiche del percorso vengono immediatamente dimenticate. Il panorama affascinante delle prime luci del mattino ti farà dimenticare ogni fastidio.

Foto: flickr, alphis tay

Foto: flickr, alphis tay

Ubud

La piccola città artistica di Ubud è già un vero e proprio gioiello di per sé, ma i suoi dintorni vi lasceranno davvero senza fiato: in pochissimo tempo è possibile lasciarsi alle spalle il turbolento centro cittadino per trovarsi nel bel mezzo dei campi di riso e godersi la natura incontaminata, proprio come Julia Roberts nel film “Mangia prega ama”. E a chi non trova le risaie dell’area circostante uno spettacolo abbastanza spettacolare consigliamo un’escursione alle terrazze di riso di Tegalalang: di certo questo luogo non è più una chicca per pochi intenditori, ma la lussureggiante valle verde è senza dubbio uno dei luoghi più belli dell’isola.

Foto: flickr, Roberto Faccenda

Foto: flickr, Roberto Faccenda

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

IL MIO PIANO DI VIAGGIO

0

localitá aggiunta a

organizza il tuo viaggio